Il Corso di alta formazione "Operatori legali specializzati in protezione internazionale" è orientato a sviluppare e rafforzare la figura dell’operatore legale specializzato nell’assistenza ai richiedenti protezione internazionale o umanitaria, sia all’interno della pubblica amministrazione che presso enti di tutela o che gestiscono programmi di accoglienza, guidandolo nell’acquisizione delle necessarie competenze multidisciplinari con metodiche di insegnamento innovative e orientate alla soluzione dei casi pragmatici. Ulteriore obiettivo è incidere sui processi di formalizzazione della qualifica di operatore legale in maniera da garantire una standardizzazione del livello di competenze richieste.

La metodologia del percorso formativo è, in prevalenza, orientata su una didattica non formale ma improntata alla partecipazione. Spazi importanti sono dedicati a laboratori pratici, casi di studio, disamina delle problematiche di maggiore interesse, ricostruzione delle prassi vigenti.

Il Corso è rivolto a quanti e quante abbiano conseguito un diploma di laurea in giurisprudenza, scienze politiche o altre discipline umanistiche, oppure la qualifica di mediatore culturale o interprete o a quanti possano dimostrare una comprovata esperienza in qualità di operatore giuridico nel campo della protezione internazionale o della tutela dei diritti dei migranti.


Il Corso si propone di fornire ai partecipanti una formazione altamente qualificata in materia di gestione delle risorse nelle aziende e nelle Amministrazioni Pubbliche. L’obiettivo e? di formare professionalità specialistiche nuove sui temi, recentemente riformati, della programmazione e della contabilità pubblica, della gestione delle società partecipate, dei controlli interni e della revisione contabile, della valorizzazione delle risorse umane e della valutazione delle performance, trasparenza e anticorruzione. Il taglio operativo e professionalizzante degli interventi, in materia di equilibri di bilancio, di piano e relazione sulle performance, di conto del patrimonio e bilancio consolidato, rende i contenuti immediatamente pratici e applicabili e consente di acquisire le conoscenze necessarie per chiunque intenda lavorare o collaborare con le Pubbliche Amministrazioni.

Il corso ha l’obiettivo di formare figure professionali specializzate nel diritto ambientale. E’ rivolto a dirigenti, funzionari, consulenti, avvocati, professionisti e giovani laureati.

Il Corso si articola in quattro moduli formativi: il primo è di carattere generale e riguarda problematiche affini ad ogni settore ambientale, gli altri sono di carattere speciale e vertono sulle problematiche specifiche poste dai settori dell’acqua, dei rifiuti e dell’energia. Una formazione strettamente giuridica sarà integrata da competenze economiche, tecniche e pratiche offerte da specialisti e dagli operatori del settore. La soluzione viene incontro sia all’esigenza di una formazione generale sulle tematiche ambientali che a quella di formare professionalità specializzate nei settori che presentano maggiori ricadute occupazionali.


Finalità e obiettivi

Il Corso di Alta Formazione si propone di fornire ai partecipanti una formazione che, oltre all’inquadramento generale, consenta di acquisire le conoscenze necessarie ad operare quali specialisti del settore, con capacità di assumere posizioni di responsabilità ai vertici della P.A. o di svolgere attività di consulenza o direzione in favore delle imprese.

Il Corso si articola in due moduli: il primo ha ad oggetto le principali problematiche in materia tributaria, mentre il secondo approfondisce i temi più attuali di finanza pubblica e contabilità, alla luce delle recenti riforme.


Finalità e obiettivi

Il Corso di Alta Formazione si propone di fornire ai partecipanti una formazione che, oltre all’inquadramento generale, consenta di acquisire le conoscenze necessarie ad operare quali specialisti del settore con capacità di assumere posizioni di responsabilità ai vertici della P.A. o di svolgere attività di consulenza o direzione in favore delle imprese.
Il Corso si articola in due parti, la prima di 80 e la seconda di 40 ore.
Nel primo modulo saranno trattate le questioni relative ai contratti pubblici, alla luce delle riforme, alcune delle quali ancora in itinere. A tal proposito, si prevede la possibilità di mutamenti del programma, nei limiti dei temi fondamentali previsti,  in funzione dell’evoluzione della disciplina.
Il secondo modulo approfondirà le questioni legate al contrasto alla corruzione, con specifico riguardo all’organizzazione ed alle attività previste in materia di contratti pubblici.


Obiettivi formativi e metodologia

La proposta formativa è orientata a fornire competenze di tipo specialistico in tema di armonizzazione contabile negli enti locali, con taglio spiccatamente operativo, centrato sulle problematiche contabili e organizzative connesse all’attuazione del D.Lgs. n. 118/2011 così come modificato ed integrato dal D.Lgs.n.126/2014. Il corso intende offrire il supporto necessario agli adempimenti previsti dalla riforma, comprese le implicazioni metodologiche di carattere gestionale, e prevede sia lezioni teoriche che esercitazioni pratiche sugli strumenti previsti dal processo di riforma, con particolare riferimento ai principi contabili applicati e ai nuovi istituti quali il Fondo Pluriennale Vincolato, il Fondo Crediti di Dubbia Esigibilità, il nuovo principio della competenza “potenziata”.

Destinatari

Il Corso è rivolto ai neo-laureati, ai liberi professionisti, ai Dott. e Rag. Commercialisti, Esperti contabili che intendono maturare specifiche competenze idonee per svolgere le funzioni di revisori dei conti o componenti degli organi di controllo interno degli enti locali, ai dipendenti, funzionari e dirigenti degli enti locali che devono attuare le nuove regole contabili, nonché ai componenti degli organi politici (consiglieri e assessori) che vogliono acquisire maggiori competenze inerenti la funzione di indirizzo e controllo negli enti locali.


Obiettivi formativi

Il Corso di alta formazione è orientato a sviluppare e rafforzare la figura dell’operatore legale specializzato nell’assistenza ai richiedenti protezione internazionale o umanitaria, sia all’interno della pubblica amministrazione che presso enti di tutela o che gestiscono programmi di accoglienza, guidandolo nell’acquisizione delle necessarie competenze multidisciplinari con metodiche di insegnamento innovative e orientate alla soluzione dei casi pragmatici. Ulteriore obiettivo è incidere sui processi di formalizzazione della qualifica di operatore legale in maniera da garantire una standardizzazione del livello di competenze richieste.

La metodologia del percorso formativo sarà, in prevalenza, orientata su una didattica non formale ma improntata alla partecipazione. Spazi importanti saranno dedicati a laboratori pratici, casi di studio, disamina delle problematiche di maggiore interesse, ricostruzione delle prassi vigenti.

   Destinatari

Il Corso è rivolto a quanti e quante abbiano conseguito un diploma di laurea in giurisprudenza, scienze politiche o altre discipline umanistiche, oppure la qualifica di mediatore culturale o interprete o a quanti possano dimostrare una comprovata esperienza in qualità di operatore giuridico nel campo della protezione internazionale o della tutela dei diritti dei migranti.

Sede dei corsi: Sssap, Ampliamento Polifunzionale, Edificio Uffici III piano, UniCal - Rende (Cosenza)

Frequenza: La frequenza al corso è obbligatoria, le assenze massime consentite sono pari al 20% delle ore totali di didattica frontale

Titolo rilasciato: A conclusione dei corsi, previo superamento della prova finale con indicazione del voto, sarà rilasciato un attestato